Poesia di Vincenzo Cardarelli - Novembre

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Vincenzo Cardarelli 
Novembre

C'è un giorno che tutte le formiche escono dal bosco 
a fare il fascio per l'invernata. 
Sopraggiun
gono, di lì a poco, 
le lunghe piogge autunnali, 
si
mili a un gran pianto dirotto, interminabile. 
È un 
pianto che sgorga a fiumi, a torrenti, 
fa crescere 
il lago, solca le strade, rovina i ponti 
e dilaga  per 
i campi ostinatamente verdi. 
I muri si ricoprono 
di vellutina. 
Quando più nessuno se l'aspetta, 

un sole freddoloso, più prezioso dell'oro vecchio,
torna poi, ogni mattina, 
a trovare le foglie gialle d'acacia
che piovono ancora sui davanzali, 
le foglie secche 
dei platani 
che il vento trascina lungo i viali.

Leggi le Poesie di Novembre

Leggi le Poesie di Vincenzo Cardarelli

Commenti

Potrebbero interessarti