Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

scale
Poesia di Tito Marrone

Un fanciullo

Tu che mi guidi per mano
lungo le gelide vie,
senza parlarmi, straniero,
dove mi porti? lo ti seguo
docile: sono un fanciullo
docile. Oh, portami al sole!
lo non so stare nell' ombra
senza la mamma vicina.
Quando, la notte, dormivo,
io non temevo di niente;
c'era con me la mia mamma:
c'era nell'ombra la luce.
Ora, non so perché faccia
questo infinito viaggio;
sono stanchissimo: cade
sopra il mio petto la testa.
Sembrami che di lontano
vengano voci infantili.
Per ch' io sorrida, mi porti 
verso i piacevoli giochi? 
Vedo lontani fanciulli. 
Sono i miei piccoli amici? .. 
C'è la mamma con loro? .. 
Sono contento. Sorrido. 

da Liriche

Leggi le Poesie di Tito Marrone

Commenti

Potrebbero interessarti