Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Salvo Padrenostro
Siciliassenza

Sei la mia patria addormentata,
la mia Sicilia spietata.
Viaggio attraverso di te,
muovendomi senza tappe,
cercandoti con il cuore
delle memorie tramandatemi.
Viaggio senz'obbligo di scarpe,
con le radici delle memorie
sprofondate nella mia carne.
Viaggio senza troppe valigie,
senza un biglietto in tasca.
Navigo per le Pelagie pietre
in cerca d'approdo o svanimento.
Viaggio come un mare in burrasca,
lungo le tue litoranee cornici di vento.
Mi pianto alle pendici del Vulcano;
mi lascio travolgere da un passante
di lì per caso gabbiano. Con cui vado.
Sei la mia patria di basalto,
d'argilla sei; la mia Sicilia
senza volto e senza tempo;
un vaso che gira calmo sul tornio,
un vino alcamo con cui mi sbornio.