Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-rosa-starvaggi/poesia-di-rosa-starvaggi-i-ricordi.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktcm9zYS1zdGFydmFnZ2kvcG9lc2lhLWRpLXJvc2Etc3RhcnZhZ2dpLWktcmljb3JkaS5odG1s
    it-IT

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
     

    Poesia di Rosa Starvaggi
    I ricordi


    I ricordi sono corde imbrigliate.
    L'inverno ha denudato gli alberi,
    Restano i melograni color vermiglio.
    Sopra un melo, il canto del merlo riecheggia nella quiete.
    Distese di campagne si assopiscono,
    Celate da un cielo pieno di veli.
    L'ululato dei cani, il latrato rabbioso del vento.
    Saltelli di passeri dai piedi di velluto.
    Piogge di fango.
    Il rumore solitario di passi.
    Il calore, sudore nelle case.
    L'amore si mescola con l'odore di uno stufato.
    Ore interminabili, parole dimenticate.
    Gesti silenziosi durante il giorno.
    La sera tarda ad arrivare.
    Racconti di fiabe, lapilli di vulcano
    faville che svaniscono nel crepitio di un fuoco.
    Gli occhi ancora frastornati sognano
    Il paese, racchiuso in un carillon.

    Commenti

    Potrebbero interessarti