Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Rosa Staffiere
Mi manca il mio paese

Mi manca il mio paese
d'inverno
statico fermo e bianco
come quello delle cartoline
di Natale.

Mi manca il freddo
che mozzava il respiro
mi manca il camino
il ceppo umido
che stentava a crepitare
mi manca la fiamma scoppiettante
che bruciava le gambe
mentre le terga eran tremanti.

Mi manca la fnestra
con la tenda di stalattiti
che impediva di scorgere
le tegole rosse
né si vedevano persone.

Mi manca la padrona assoluta:
la neve
col suo abbagliante candore
e la volta del cielo
immenso setaccio
che incessante mandava
sulla terra manna bianca e lieve.

Mi manca quell'assenza
di suoni
e di notizie, di lettere
eravamo i sopravvissuti.

Mi manca il focolare
e il lume fioco
della candela
che consumandosi smoccolava
ricamando trine di cera.

Mi manca quella ragazza
che trepida
aspettava la lettera o la telefonata
dell'amato che era lontano
e intanto i sogni incendiavano
il suo cuore
come il ceppo nel camino.

da Il paese della memoria

Se vuoi leggere le Poesie di Rosa Staffiere

Potrebbero interessarti