Poesia di Rosa Staffiere - Ferragosto a Panni

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Rosa Staffiere
Ferragosto a Panni
In questa mattina di ferragosto
estasiata ammiro l'azzurità
che tersa senz'ombra di foschìa
il letto prepara al sole
perchè non si stanchi
di diffondere la sua radiosità.

Odo risuonare i canti
delle ninfe dei vocali mormorìi
del fiume che scorre a quinavalle
e lungo nastro adorna la campagna,
e le driadi brune
danzanti sui monti coperti di pini,
pini non malati di polmoni
ma graffianti il cielo
con lussureggianti cromìe

Allegro canta il tordo
e lieta la colomba dalle ali d'oro
vola dallo sbeccato tetto alla gronda.

Nell'aria, festoso, va il rintocco bronzeo
già si aprono le finestre
e già dai balconi pendono
variopinte le coltri che come bandiere
saluteranno S. Maria del Bosco
che sul trono d'oro,assista
con occhi indulgenti
sorride al Paese.