Login

Poesia di Lars Gustafsson Dicembre
Pin It

Poesia di Lars Gustafsson
Dicembre

Dicembre è sempre stato il mese
in cui si smetteva di esistere.
Si diventava una parentesi nel buio, o poco più.

Si accendevano lanterne, lampade e candele.
Ma era evidente
che non bastavano
contro il fiume straripante delle tenebre.
È facile capire
un messaggio natalizio
più pagano, più primitivo:
A qualsiasi costo con torce e fiaccole
riavere una luce solare
il cui ritorno non era mai scontato.

Il poeta Lars Gustafsson ci porta nel dicembre del profondo nord

da Sulla ricchezza dei mondi abitati, a cura di Maria Cristina Lombardi

Pin It

Commenti