Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Erasmo Sebastiano
Scalzo!

La mamma con il suo bambino

Dal tempo prima della creazione,
al tempo che sarà,
io cammino nella storia.
Vorrei stare in Dio e vorrei abbracciarlo tutto;
vorrei abbracciare l’infinito che mi precede
e quello che mi seguirà.
ma le mie braccia non ce la faranno mai…
Come posso soddisfare la mia sete di Dio?
più scopro che Lui è infinito
e più la mia sete aumenta.
Non si estinguerà mai?
Seduta sulla panchina del parco
una mamma
contempla il suo bimbo
tenendolo tra le sue braccia.
È scalzo, lui: non cammina.
Ha le braccia troppo corte: non riesce ad abbracciarla.
Ma la sua bocca è attaccata al suo seno:
ha tutto.
Anch’io ho tutto:
quando la smetto di volerlo raggiungere con le mie forze
e mi lascio abbracciare da Dio.
Scalzo.

Napoli 30 dicembre 2012