Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

abissi
Poesia di David Maria Turoldo

Se nessuna forma bellezza incorpori


Se nessuna forma bellezza incorpori
e di un suono almeno la stessa
mente non avverta una eco
e ancora il pensiero un riverbero
di luce non colga: non certo
dalla Fonte -, non colga dico
appena un riflesso sul «miro gurgite»,
se corpo nessuno vi sia, anche là,
e riparo dall’abisso, già ora
la più nera oscurità ti divora.
È assoluta
la necessità dell’Immagine!
Il corpo: la scialuppa che ti salva
sull’oceano del Nulla.
Dio e il Nulla – se pure
l’uno dall’altro si dissocia -
senza voce sono nell’assenza.

Cristo, corpo di Dio, coscienza
della Terra, figlio
della Bellissima, nostro
ultimo esistere!

Anche la morte sarà
un emigrare di forma in forma
nel grande corpo dell’universo.

Corpo, Spirito che si condensa
all’infinito:

nostro corpo
cattedrale dell’Amore
e i sensi
divine tastiere…

Commenti

Potrebbero interessarti