Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Carlo Giannelli 
Ar mare 


Me piace de sentì le "voci" ar mare,

ascortà la gente sdraiata su la rena,

capì de tutti er riggionare,

svelà li sogni...scoprì la pena!

Me trovo lì...a fà l'indifferente,

seguenno ner vento le parole

che giungheno a volo da la gente,

cercanno de capì quello che vole!

Vengono fòri, con la fantasia,

storie d'amanti...drammi de famija,

fatti de sòrdi, minacce, cortesia,

quello che deve dà...quello che pija!

A te vorrei potette legge ne la mente,

arrivà a capì si quanno sorte fora er seno

vorrebbe di" guardame...scemo!"

o t'è schizzato fora causarmente!