Poesie di Antonio Barracato

Poesie di Antonio Barracato. Antonio Barracato, cefaludese di nascita , laureato con lode all’Accademia delle Belle Arti ( in Arti visive e discipline dello spettacolo), da ragazzo frequenta lo Studio fotografico degli zii; e, fortemente motivato, sente profonda attrazione per l’arte fotografica. Dagli zii, appunto, ne apprende i primi rudimenti della tecnica e impara a stampare in bianco e nero.
Oggi, dopo quasi trent’anni di interesse nel settore, può vantare al suo attivo una nutrita collezione di ripetuti successi (40 premi nazionali) di fotografia.

Per quanto riguarda l’aspetto letterario, ha iniziato a scrivere poesie sin dall’adolescenza (sia in vernacolo che in lingua italiana),  ma tra il il 2014 e il 2017, ne accresce rapidamente la produzione ottenendo stima, consensi ed apprezzamenti.
Antonio Barracato, ideatore e direttore del Gruppo i Narratura di Cefalù, esponente del direttivo dell’Associazione SiciliAntica  sede di Cefalù, nonché componente del consiglio direttivo con il ruolo di Segretario/Tesoriere dell’Associazione Accademia dei poeti siciliani Federico II,  opera per la valorizzazione e diffusione della cultura e delle tradizioni popolari siciliane attraverso la poesia e il mondo dell’immagine.
A suo attivo ha cinque pubblicazioni di poesie e un romanzo : Strati e stratuzzi, Pensieri in versi, A nostra civiltà, I miei versi, e Squarci di vita.  
Ha ideato e organizzato durante la stagione estiva 2014 a Cefalù  una manifestazione itinerante di poesia nelle varie location storiche della città dal titolo: “Cefalù la poesia si fa strada” , coinvolgendo numerosi poeti locali e del circondario . E’ anche sua l’organizzazione di diversi reading e concorsi di poesia a Cefalù .( Premio di poesia  “il Natale in versi” organizzato in collaborazione con la Parrocchia Cattedrale di Cefalù e il Concorso Nazionale  di poesia “ La vita in versi” patrocinato dal Comune di Cefalù giunto già alla quarta edizione)
Un’altra  sua brillante iniziativa è stata quella di portare la poesia nelle carceri, con la manifestazione “La poesia dentro”, coinvolgendo in maniera attiva i detenuti: nel 2014 e 2015 presso la Casa Circondariale “Cavallacci” di Termini Imerese e nel 2017 all’Ucciardone di Palermo.
Nel 2015 nel mese di maggio a Trastevere, Roma,  alla Galleria Spazio 40 lo stesso è stato fra i protagonisti di un’ esposizione artistica con relativi momenti poetici. 
Le sue liriche parlano di tematiche che hanno toccato un po’ la vita di tutti: l’amore, la solitudine, l’indignazione, il dolore, problematiche sociali ed esistenziali e risultano inserite in numerosissime antologie di concorsi nazionali ed internazionali.
L’autore  ha scritto, inoltre, numerosi testi di canzoni ( otto delle quali fanno parte di  un cd edito nel 2018 dal titolo: “Questa terra non ha eroi”) e diverse opere teatrali .
L’ esperienza che ha arricchito di pregio il suo curriculum è stata quella di raccontare, nel maggio 2017, attraverso una sua  poesia in vernacolo, “LO SBARCO DI RUGGERO, nella trasmissione “Viaggio nell’Italia del giro” di Edoardo Camurri  andata in onda su RAI2 nazionale . 
Da non trascurare, per finire, la  realizzazione e la regia come produttore indipendente  di filmati di vario genere, dai documentari storici ai cortometraggi alle video poesie.
Gli sono stati conferiti quattro premi alla carriera, il primo a Cosenza nel  2014, il secondo a Partinico nel 2016, nel 2018 a Genova e nel 2019 a Camporeale, oltre 240 premi letterari in concorsi a livello nazionale ed internazionale.

Commenti

Potrebbero interessarti