Login

Pin It

Poesia di Antonia Pozzi
Sogno sul colle

Sotto gli ulivi vorrei
in un mattino fresco salire
e salutare di là dalle lievi
chiome d'argento
il pallore del sole ed il volo
delle nuvole lente verso il mare.
Vorrei cogliere un mazzo di pervinche fiorite
nei cavi tronchi
e camminare per il viale oscuro dei lecci
con il mio dono azzurro presso il cuore.

Rasentare così le antiche mura
ricoperte dall'edera vorrei
e bussare alla porta del convento.
Vorrei essere un frate silenzioso
che va con i suoi sandali di corda
sotto gli archi di un chiostro
e attinge acqua all'antica
vera del pozzo
e disseta le lavande e le rose.
Vorrei
dinnanzi alla mia cella avere
quattro metri di terra
ed ogni sera
al lume delle prime stelle scavarmi
lentamente una fossa
pensando al tramonto dolcissimo
in cui verranno
salmodiando i fratelli
e in mezzo ai cespi delle lavande
mi coricheranno
ponendomi sul cuore
come fiori morti
queste mie stanche mani
chiuse in croce.

Assisi, 24 gennaio 1933

Leggi le Poesie di Antonia Pozzi

Ti potrebbe interessare Ada Negri
Negri

Pin It

Commenti