Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Angelo Michele Cozza -
Dimmi amor chi sei -


Dimmi amore chi sei, da dove vieni
sei tu la delirante bramosia della carne
l’afflato divino che l'anima inturgida
l’ebbrezza suadente di carezze di infinito?
Rassomigli all’angelo o al demone
che invisibile, muto ci cammina accanto
e insuffla confuse sensazioni misteriose?
Che importa chi sei se all’unisono vibro
e il cuore avido di effusioni esulta
all'intonare le canzoni della vita!
Amore, tu sei assalto tenero di baci
lo stallone sfrenato su cui galoppa il desiderio
l’espandersi incontenibile della gioia
che si allontana da fiordi di tristezza,
la fonte dei rivoli entro cui scorrono
le spume delle emozioni, l’alta marea
che sommerge e da cui rinato emergo,
la mano dell’istinto che mi tocca,
l’ala di tenerezza che mi invola,
l’ordito e la trama di sensitivi pensieri,
la rupe che dà vertigini di lusinghe
il sapore mielato che impregna labbra,
l’attesa di colui che attende mai stanco
di arricchire una dinastia di sogni!
Come vento animato ti ricevo
abbrivio prende la mia vela e fa rotta
verso la terraferma su cui mi attendi;
seme, cado e germino nel tuo umido solco
radici radiali affondo tra le tue zolle,
nel regno del fuoco che brucia
e non consuma mi accogli
la mia sete d'affetto plachi.
Luce d’acciaio che brilli più di una stella
abbagliami pure, illumina il mio andare
se da una finestra di tristi giorni
improvviso, ad un futuro mi riaffaccio!