Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Alberto Nicola Giulini

Nessuno può chiedere a Raffaello, (il più grande fra tutti i pittori insieme a Caravaggio) perché abbia dipinto ma soprattutto interpretato l'anziano Parmenide pre-socratico, in maniera un po' "horror" con perfetta maestrìa - data l'espressione da Giuda con il volto da bècero girato verso una divina Ipazia, martire intellettuale, quasi x guardarle il leggiadro seno (pur coperto):

può darsi che fosse ancora la materia bruta

che si volgeva offesa verso

uno Spirito ineffabile,

quasi a volerLo violentare

al solo guardarLa.