Login

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 
Per non dimenticare
di Bertolt Brecht
Presagi di guerra

Quando chi sta in alto parla di pace la gente 
comune sa

che ci sarà la guerra.
Quando chi sta in alto maledice la guerra
le cartoline precetto sono già compilate

Uomo che hai la giacca consunta
nelle fabbriche tessili
tessono per te un abito di panno
che non consumerai.
Tu che cammini per ore verso il posto di lavoro

con le scarpe rotte: l'auto

che sarà costruita per te ha
bisogno d'una corazza d'acciaio.

Per un bricco di latte ai tuoi figlioli

tu fondi un gran recipiente, fonditore,
che non è per il latte. Chi
ci berrà?

Brecht, poeta e drammaturgo tedesco, dopo l'affermarsi in Germania del nazismo, contro il quale egli sempre lottò, visse in esilio molti anni in Francia, Svizzera, Danimarca: dal suo esilio egli guardava con preoccupazione al riarmo e alla politica aggressiva della Germania, prevedendo lo scoppio imminente della guerra, come risulta chiaro da questi suoi brevi componimenti scritti negli anni 1937-38.

Commenti

Potrebbero interessarti