Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Racconto di Fulco Pratesi
Natale oggi

La più bella e grande festa cristiana è molto cambiata in questi ultimi tempi: il Natale non è più solo la commemorazione di un Bambino nato in una stalla, senza avere nulla, tranne un poco di paglia, il bue e l'asino. Il Natale di oggi è un'altra cosa. Dimenticando l'esempio di quel Bambino, l'umanità vuole sempre di più sfruttare la natura che ci circonda, accumulare ricchezze e benessere solo materiale.
E il Natale, nato come festa dell'amore e della semplicità, si è trasformato nella celebrazione del consumismo: luci, addobbi inutili e chiassosi. I negozi rigurgitano di oggetti lussuosi: pellicce (magari di animali in via di estinzione), cuccioli di animali domestici ed esotici trasformati in oggetti da donare, foreste di abeti portate a valle per rinnovare una tradizione nordica del tutto estranea al nostro.
ambiente naturale e storico.
Noi il Natale lo vorremmo diverso: una vera festa dell'amore e non di consumo.
Amore verso chi sta peggio di noi e amore per la vita che ci circonda, dal pastore al baraccato e all'emarginato, povero, handicappato o emigrato che sia.
Così il Natale sembrerebbe più bello.

Commenti

Potrebbero interessarti