Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Roberto Di Nardo 
A colore di donna

C'era un uomo a colore di donna,
aveva vestiti di rosa sgualciti,
e piccole perle nascoste alla pelle,
perché poi mostrare a chi guarda il silenzio,
non porta che chiodi fissati alla croce,
convinte le forme d'icone inventate
trasposte da roccia di massi sul petto,
per ogni parola a ripeter concetto.

C'era un uomo che donna sognava
sentirla di dentro ad avere coscienza,
avente fattezze riflesse allo specchio,
qualunque parete si portasse addosso,
era una donna che stava in prigione,
nascosta da sabbie a tempesta a fermare
finanche gli sguardi di voglia a capire,
persino gli intenti più puri a sentire.

C'era una donna, aveva soltanto
da sentire il vento a portarle emozione,
da chiedersi quale, il suo sentimento,
perché gli insegnassero il suo pentimento?

Era sì libera dentro le stelle,
era contenta un riflesso di mente,
era piovuta da lacrime eterne,
che si dissolse giudizio alla gente.

Commenti

Potrebbero interessarti