Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-piero-tucceri/camminando.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktcGllcm8tdHVjY2VyaS9jYW1taW5hbmRvLmh0bWw=
    it-IT

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
     

    camminando
    Poesia di Piero Tucceri
    Camminando

    Camminando,
    mi son voltato indietro.
    Ho scorto alcune orme.
    Erano le nostre orme.
    Ricordavano
    il tempo passato.
    Ricordavano
    quando eravamo
    ancora insieme.
    Ricordavano
    quando tu eri
    ancora con me.
    Soprattutto
    nei momenti più difficili.
    Allora eri sempre
    al mio fianco,
    per confortarmi
    nel non senso della vita.
    Col tuo affetto
    mi esortavi a proseguire.
    Mi esortavi
    ad andare avanti.
    Incoraggiandomi
    verso l'insondabile futuro.
    Un futuro
    fosco di ombre.
    Un futuro
    che però non temevo.
    Perché era
    il nostro futuro.
    Ho poi guardato
    ancora indietro.
    Ma mancavano
    le tue orme.
    Le aveva rimosse
    la tua dipartita.
    Ho allora
    guardato meglio.
    Le ho cercate a lungo.
    Le ho cercate invano.
    Non c'erano più.
    Mancavi tu
    a lasciarle sul terreno.
    Ormai le avevi impresse
    soltanto nel mio cuore.
    E allora ho sofferto.
    Ho sofferto
    per la tua assenza.
    Mi son sentito
    solo.
    Ho provato l'afflizione
    della solitudine.
    Ho di nuovo
    guardato avanti.
    Ma non ho scorto nulla.
    C'era soltanto
    il buio.
    Il buio
    della mia esistenza
    senza te.
    Impaurito,
    ho cercato rifugio
    nel presente.
    Ma senza conforto.
    Ho avvertito soltanto
    il vuoto della mia vita
    senza te.
    Non convinto,
    ti ho cercato ancora.
    Ti ho cercato
    disperatamente.
    Ti ho persino chiamato.
    Come facevo prima.
    Ma non hai risposto.
    Così mi son sentito
    solo
    con me stesso.
    Solo,
    con i miei ricordi.
    Solo,
    con i nostri ricordi.
    Solo,
    con le mie e mozioni.
    Solo,
    con la tua nostalgia.
    Solo,
    col nostro passato.
    Solo,
    col tuo ricordo,
    Argo.
    Mio inseparabile,
    Piccolo, Vero e Grande
    Amico.
    Perciò Grazie, Argo:
    Grazie per il raggio di luce
    col quale hai illuminato
    un tratto della mia esistenza.
    Con te ho conosciuto il Vero
    Amore.

    Leggi le Poesie di Piero Tucceri

    Commenti

    Potrebbero interessarti