Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Penelope Ulisse
La prima notte

Pensa.
Scrivi.
Correggi.
La cenere di un anno,
come la macchia di un'anima.
Una macchia su una giacca
usata troppo a lungo.
Una macchia senza più il tuo odore.
Pensa di più.
Torna indietro.
E' tutto sbarrato.
La macchia è sempre lì.
Non si lascia lavare perché è dentro.
Non ti permetterò, bambina dagli occhi grandi, di farlo.
Ti laverò ogni volta
quando tornerai dai raduni d'amore.
Ti coprirò bene
come un segreto,
perché tu possa nascere
e morire
ogni giorno.
E poi ti dirò:
Guarda.
Scrivi.-
Salvati.

Potrebbero interessarti