Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

San Martino
Poesia di Giosué Carducci

San Martino

La nebbia a gl'irti colli
piovigginando sale,
e sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar;
ma per le vie del borgo
dal ribollir de' tini
va l'aspro odor de i vini
l'anime a rallegrar,
Gira su' ceppi accesi
lo spiedo scoppiettando:
sta il cacciator fischiettando
su l'uscio a rimirar
tra le rossastre nubi
stormi d'uccelli neri,
com'esuli pensieri,
nel vespro migrar.

Giosuè Carducci, nato a Valdicastello (Lucca nel 1835 e morto a Bologna nel 1907.
Insegnò letteratura all'Università di Bologna per più di 40 anni (Giovanni Pascoli fu uno dei suoi studenti), e scrisse molte raccolte di Poesie: Juvenilia, Giambi ed Epodi, Rime nuove, Odi barbariche, Rime e ritmi) fu nominato Senatore a vita nel 1906 e nello stesso anno ottenne il  Premio Nobel per la letteratura.

Leggi le Poesie di Giosué Carducci