Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti -
Poesia di Gabriele -
La triste  odissea -

Che devo fare per poter vivere
poesie mi hai fatto scrivere.
Loro lo sanno  che non ho
l'anima fantastica del  poeta.
Io non lo faccio per vivere
per chiedere perdono
anche se io voglio  vivere
la vita che è un tuo dono
perchè questa è la mia meta,
eeh dolce
vorrei viverla con la mia metà.
Deciditi!  Signore, null'altro ti chiedo
con la lettura poi le devo scomporre
la poesia  oppure
con la stesura te le devo comporre.
Sei il mio tallone di achille!
Che  fra i miei mille dolori
cerchi le tue  emozioni
le cicatrici per la pelle son malori
per il corpo non sono faville.
Io stò qui  reo falsario di vita
steso per un miracolo di pianto
sul letto aspetto la fede arricchita.
Cristo vuoi essere per tutti un Dio
per  avvitato  con  me fai il santo
e, con altri che come me sono disabili
attendiamo il sogno di lasciare i dolori
per essere invano i beati dalla vita.
La tua!  Che ci hai sorpreso con la morte
un  vissuto  lastricato come la  triste odissea.

Commenti

Potrebbero interessarti