Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Fabio Gaudimonte
Un piccolo crimine

Ho commesso un piccolo crimine:
mi sono innamorato di te.
In un posto sbagliato,
in un tempo sbagliato.

Cosa è giusto e cosa è sbagliato,
questo non lo so,
ma l'unica certezza è questo piccolo,
insignificante crimine.

Invidio il sole del primo mattino,
che accarezza i tuoi capelli.
Invidio la pioggia e quella goccia,
quell'unica goccia che bagna il tuo viso.
Invidio quell'abbraccio che ti stringe,
che non è il mio.

È un piccolo grande crimine,
è vero, ma la ragione a volte non conta niente.

Quando ti vedo,
mi salvi la vita.
Quando ti giri sovrappensiero,
e quando pronunci il mio nome.
Quando d'improvviso ti fai seria,
e poi subito dopo sorridi.

Poi ti allontani,
come quando il vento spazza via le foglie.
Ed ecco che inizio a morire a poco a poco,
perdendo piccoli pezzi di me,
nelle infinite strade della notte.

È un crimine,
un dannato amabile crimine.
Ma non ho altre scuse.