05242017Mer
Last updateLun, 22 Mag 2017 11pm

Poesie di Diego Valeri

Poesia di Diego Valeri - Veneziana


Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


geranireportonline
Poesia di Diego Valeri
Veneziana

La biondina è sul balcone,
capo chino, ciglia basse,
tra le pallide erbe grasse
e il geranio vermiglione.
L'aria, i muri, il rio deserto
nel crepuscolo che muore
sono fisi al nuovo fiore
che Iassù risplende aperto.
Lei però non ne sa nulla:
monda attenta il suo giardi
ciglia basse e capo chino.
(Lei non è che una fanciulla
Ora par che all'improvviso
l'abbia alcuno nominata.
Guarda intorno trasognata,
leva al cielo il bianco viso. 
Gli occhi d'oro van cercande 
qualche ignota strana cosa 
nella luce dubitosa 

del crepuscolo amaranto.
Ma nel cielo non c'è nulla; 

spenti i muri, chiuso il rio 
nel suo cupo dondolio. 
(Lei non è che una fanciulla.)

Da Terzo tempo.

Vedi con quale delicatezza di tocco il Poeta ritragga questa fanciulla ormai alla soglia della gio- vinezza e quindi d'un nuovo e più
ricco mondo di sentimenti e di affetti, bella e attraente nella freschezza nativa e nel suo candore. L'aria, i muri, le case del rio stanno in muta contemplazione del nuovo fiore che sta per sbocciare, che è sbocciato allora allora; e un qualche cosa di arcano ella sente confusamente nell'aria anche' se non riesce a spigarsene il perché, assorta com'è e trasognata in quell'atmosfera di aspettazione che la circonda e la compenetra.

Leggi le Poesie di Diego Valeri


Sezioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info