Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Damien Zu
L'uomo con la gobba

L’unica cosa che ammetto
che ammetto di me stesso
è un mare nella testa
e sedici pesci
che roteano felici
e poi trottano tristi
si sganasciano
e poi scuotono il capo, amari
per un uomo con la gobba
lungo lungo sull’asfalto

L’uomo con la gobba
pugnalato alle spalle
lasciato morente
sciacquetta sulle onde,
nata morta la sua vita
di terraglia, un demonio nella testa
canuta e rancore,
mancato omicida
scampato aguzzino
bassezze morali
di un uomo bagnato

Ma il primo dell’anno
un colpo alla tempia,
sìccade sconfitto
quell’uomo gobbuto
Rimane incompiuta
la trama marrana
addrizzare addrizzare
quel mondo di pazzi
con bombe scure
pupatelle
P38
coltelli da caccia
e tanto tritolo.