Valutazione attuale: 2 / 5

Stella attivaStella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Basilio Santocrile
Donnarumma salvatore


Nacque il quarantadue

fra guerre, fame e carestie:

per vent’anni fece lo zappatore,

poi prese il posto di bidello elementare.

Per ubbidire al sindaco,

fu spazzino e vice guardia comunale.

Con quei quattro soldi diventò Dottore:

si festeggiò il neo laureato,

ma restò bidello fino al novantanove.

Quando diventò collaboratore statale

continuava ad essere bidello

della scuola elementare.

Parlava di matematica, lettere, filosofia…

doveva stare zitto

con chi meno ne capiva.

Nessuno mai lo chiamò Dottore

ed anche or che è morto

non so se per fato o per errore

si legge:

“Qui giace il bidello

Donnarumma Salvatore”




Basilio Santòcrile
( dal Volume POESIE -) Proprietà letteraria riservata di Basilio Santòcrile, viene consentita la riproduzione dei racconti poesie detti ecc.. per intero a mezzo stampa radio TV ed internet, citando l’ autori e il titolo del libro. – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Fax 06/99331572