Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Racconto di Vito Valente 
Sorelle tortore


Un giorno San Francesco, diretto al suo convento, incontrò un giovanetto che, in un cestello teneva alcune tortorelle. Erano timide e spaurite e stavano l'una accanto all'altra come per farsi coraggio.
Il Santo le guardò con dolcezza e disse, rivolto al giovane:
Non portarle al mercato. Forse, vendendole, cadranno nelle mani di è qualche uomo cattivo che le ucciderà.
Lasciale a me; io ne avrò cura ed esse potranno vivere libere e felici come vuole il,Signore.
.Il giovane, che era buono, non seppe dire di no al Santo e, toltele dal cestello, le depositò delicàtamente in grembo al fraticello.
Questi, le accarezzò delicatamente e parlò loro con dolcezza:
Sorelle tortore, voi siete tanto timide e con facilità vi lasciate prendere.
Ma io vi salverò e con le mie mani vi preparerò un nido accogliente in luogo sicuro.
Il nido fu costruito con ogni cura e le tortore andarono, felici, ad abitarlo.
Da quel giorno divennero le compagne del Santo e non abbandonarono mai più il convento.

Commenti

Potrebbero interessarti