Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Poesie di San Francesco
Poesia di Giulio Salvadori
La Predica agli uccelli
Francesco, andando con la
compagnia
alberi vide ai ati della via
ed una moltitudine d'uccelli
che piegavan col peso i ramoscelli.
Ed ei si volse tanto lieto in viso
che gli ridea negli occhi il paradiso.
« Fratelli miei, voi grati esser dovete
a chi vi fece creature liete;
e sempre voi dovete Lui lodare
perchè v'ha fatti liberi a volare,
e v'ha dato di piume il vestimento,
si che non vi fa danno acqua nè vento.
E voi non seminate eppur mangiate
e dell'acqua del ciel v'abbeverate;
piume v'ha dato a fabbricarvi il nido
e delle vie del cielo istinto fido;
tanto, uccelli, v'amò l'alto Signore;
e voi rendetè a Lui col canto onore ».
Mentre Francesco così stava a dire,
quei battean l'ali quasi a plaudire
e abbassavan le brune testoline
e allegrezza mostravan senza fine.
E San Francesco ancor si rallegrava
meravigliando, poi che lo mirava
l'alata moititudine ascoltando,
come la, folla fa, che ascolta un
bando.
Poi fece il segno lor di santa croce
dicendo: andate!... E a quella dolce
voce
in aria si levarono festanti
e si sentian meravigliosi canti.
Poi, secondo la croce, obbedienti
se n'andarono partiti ai quattro
venti.
in tutte le sue parti il ciel sereno
fu dei Zor canti armoniosi pieno.

Commenti

Potrebbero interessarti