Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

villancicos
Tradizione di Natale
Villancicos, la manifestazio
ne castigliana

Anno dopo anno, generazione dopo generazione il popolo spagnolo canta da sempre la stessa canzoncina che festeggia la nascita del Bambino di Betlemme. Sono i « Villancicos », la manifestazione più sensibile della lirica castigliana.
La parola viene dallo spagnolo « villano » ed in origine non ha alcun legame con la « Navidad » se non per l'utilizzo della «estrofa », cioè stanza. A partire dal secolo XV il Villancico si riferisce a temi pastorali e rustici, prima ancora di acquisire l'ispirazione cortese tipica del madrigale. Rielaborato da letterati e da musicisti nel Rinascimento, si evolve in forma di canzone polifonica.
Trova origine in Castiglia da dove si è poi esteso al resto della penisola iberica. Pur trovando differenziazioni all'interno del paese, il Villancico è nella sua essenza per lo più lo stesso ovunque, anche se diversità si possono riscontrare in un Villancico cantato al suono di una « jota » aragonese o nello stile «flamenco ». Indubbiamente esso ha avuto una grande evoluzione dal tempo in cui Juan de la Encina, Lope de Vega e Francisco de la Torre dedicavano i loro Villancicos amorosi alle dame di corte di Carlo v, sebbene esso appaia come un genere coltivato in ogni epoca. La molteplicità dei problemi connessi con la ricerca musicologica riguardo la musica medievale non permette di formulare ipotesi sul rapporto del Villancico con le altre culture europee. Il rifiorire della musica spagnola nel Rinascimento è stato spesso attribuito all'influenza. della polifonia franco-fiamminga favorita dalla ricchezza della vita culturale spagnola. Fu sotto i Re Cattolici che la musica religiosa e in parte quella profana videro una ricca fioritura nelle cattedrali come nelle corti del medioevo.

Le Cantigas de Santa Maria costituiscono il più vasto e ricco documento a noi pervenuto della tradizione monodica profana medievale riferita
alla penisola Iberica. Tramandate in quattro diversi codici manoscritti, uno conservato alla Biblioteca Nazionale di Madrid, due all'Escorial, e il
quarto presso la Biblioteca Nazionale di Firenze. Il più completo di tutti, decorato di splendide miniature illustranti tutta la gamma di strumenti musicali allora in uso, è posteriore, nella sua compilazione, al 1279.
In esso sono raccolte più di 400 composizioni dedicate alla Vergine, in gran parte di carattere narrativo, volte a tramandare il racconto dei più svariati miracoli compiuti dalla Madonna. Alcune delle Cantigas decimali, dette Cantigas de Loor, sono invece strutturate in modo analogo alla lauda italiana, e contengono inni e preghiere in gloria della Vergine, il cui testo a carattere lirico trova ispirazione nella poesia galiziana religiosa e amorosa. Ideatore della raccolta delle Cantigas, e sicuramente anche compositore di parte di essa, è ritenuto Alfonso X di Castiglia detto il Savio, salito al trono nel 1252. Alla sua corte egli aveva chiamato numerosi letterati, artisti e musicisti, cristiani, arabi ed ebrei, iberici e provenzali dai quali egli derivò grandi meriti culturali. Guidato da un interesse enciclopedico per l'astronomia, il diritto, le arti e le scienze naturali, la storia e la musica, egli fu anche attento al patrimonio scientifico e spirituale dell'lslam e alla traduzione dei principali testi sacri e profani del mondo arabo. Per questo le Cantigas, nonostante il loro contenuto devoto, appartengono in pieno alla cultura profana, ma, nello stesso tempo, si muovono all'interno di uno spirito decisamente religioso.
Del resto, il sostrato folclorico conservato in seno alla cultura popolare dopo l'evangelizzazione, fu in parte recuperato ad un livello più alto dallo stesso mondo delle corti, in occasione del movimento di rinascita letteraria dei secoli XI e XII.
Le Cantigas costituiscono uno spaccato mirabile della vita sociale e culturale del medioevo, in cui confluiscono le più importanti componenti della collettività del tempo.

Ecco il testo della Cantiga de Santa Maria
riferita alla Natività.


Esta segunda é de corno os tres Reys Magos
véeron a Beleen aorar
a Nostro Sennor Jesu-Cristo
elle ofereron seus dòes.
.
Pois que dos Reys Nostro Sennor
quis de seu linage decer,
con razon lles fez est' amor
en que lles foi aparecer.

Esto foi quand' en Beleen
de Santa Maria naceu
e a treze dias des en
aos tres Teys apareceu,
que cada uu per seu sen

ena estrela connoceu
com'era Deus Rey,. e poren
de longe o foron veer,

Pois que dos Reys Nostro Sennor...

Ben das insoas de Sabà
e de Tarsso, que son no mar,
e d'Arabia, u gran gent' à
e muitas terras de passar.
Mas pero eran Ionj alà
mui toste os fezo chegar
a Beleen aquel que à
sobre todas cousas poder.

Pois que dos Reys Nostro Sennor...

Ena estrela lles mostrou
com'era om' e Rey e Deus;
poren cada ùu lle levou
oferta dos tesouros seus.
E a estrela os guyou
ate ena terra dos judeus,
u Erodes lles demondou:
« Que véestes aqui fazer? »

Pois que dos Reys Nostro Sennor...

Eles responderon-ll' assi:
« Na estrela vimos que Rey
mui nobre nacera aqui,
Sennor dos judeus e da lei ».
Diss' Erodes: « Creed' a mi,
ca bon conssello vos darei:
id', e pois tornardes des i,
ar y-Io - ei eu connocer ».

Pois que dos Reys Nostro Sennor...

Eles foron-sse logu' enton.
e viron a estrela yr
ante ssi de mui gran randon,
e comecarona' seguyr;
mas quand' en Beleen foi, non
se quis de sobr' ela partir,
ata que entraron u Don
Jesu-Cristo viron seer

Pois que dos Reys Nostro Sennor...

Nos bracos da que muit' afan
sofreu con el e muito mal.
E eles logo manaman
deron-lle sa oferta tal:
ouro de que os mortos van
ungir por nunca podrecer.

Pois que dos Reys Nostro Sennor...

Esto, ca non maravidis,
ofereron a Deus los Reys;
porend' assi os guardar quis
aquele que iuntou as leis,
que per sonnos os fez ben fis,
que sonnaron vel cinc' ou seis
vezes que fossen a Tarssis
passa-lo mar por guarecer.

Pois que dos Reys Nostro Sennor...

Non SOLO TRADIZIONI DI NATALE, il tempo di Natale è tutto tempo di attesa, è qui si consuma il valore del grande evento cioè la nascita di Gesù Bambino, se ti interessa conoscere altre notizie natalizie qui ne trovi tante.

Leggi le Tradizioni di Natale
Se ti piacciono le Poesie di Natale qui ne troverai davvero tantissime
Filastrocche di Natale 

Ascolta e leggi le Canzoni di Natale
Ti possono interessare anche le Canzoni per l'Avvento?
Se ti piacciono le Poesie di Natale qui ne troverai davvero tantissime
Recite di Natale per bambini di scuola primaria
Anche le Immagini di Natività ti possono interessare?
Se cerchi i Racconti di Natale da leggere o raccontare davvero ne troverai molti
Raccolta di Poesie di Natale in dialetto di tutte le regioni d'Italia
Le vecchie letterine di Natale che a guardarle ci fanno tornare bambini
Natale: poesie, filastrocche, disegni, letterine, segnaposti, segnalibro, ghirlande
Natale: La Festa più bella dell'anno
Per i bambini che vogliono colorare i Disegni di Babbo Natale 
Raccolta di Leggende di Natale
Più di cento lavoretti di Natale facili da realizzare 
Piante di Natale e il loro significato

Commenti

Potrebbero interessarti