Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Racconto per la scuola
Se si chiudessero le scuole

Se in ognì parte del mondo si chiudessero le scuole e gli adulti non volessero insegnar più nulla ai ragazzi, l'umanità tornerebbe in pochi decenni ad una vita selvaggia e primitiva.
E' la scuola, infatti, che fa passare da una generazione all'altra una ricchezza incalcolabile, cioè le esperienze e le scoperte degli uomìnl. che vissero negli anni, nei secoli, nei millenni passati.
Quello che uno scienziato scopri alla fine della sua vita, dopo anni e anni di studi, ora un bimbo lo apprende al principio della sua vita; le terre che un esploratore varcò per primo, affrontando rischi e disagi, ora il bimbo le ammira in una serie di immagini colorate; le notizie che uno studioso apprese, decifrando il segreto di una lingua antica, formano per il bimbo di oggi un piacevole racconto. Questa possibilità di apprendere facilmente quelle nozioni che costarono ad altri immensa fatica permette alle nuove generazioni di compiere altri passi sulla via delle scoperte e delle invenzioni.
E permette anche di migliorare sempre più i sentimenti dell'animo, di respingere gli istinti primitivi della violenza e dell'odio e di rafforzare i sentimenti dell'amicizia e della tolleranza.
Ma le scuole non si chiuderanno mai finché vivranno uomini sulla terra.
Si può dire, anzi, che esse siano sorte insieme con i primi uomini, fin da quando un papà insegnò al suo figlioletto come appuntire con cura una pietra per colpire una belva.
Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO

Leggi i Racconti per la scuola

Ti possono interessare anche i racconti di Mimì Menicucci