Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

bambini
Racconto per bambini

di Vera C. Gaiba
Fata igiene

La fata, andava per il mondo.
Quanti bimbi pallidi e macilenti vivono sulla terra ! Voglio aiutarli, voglio salvarli è voglio insegnare loro a combattere i più terribili nemici dell'uomo - aveva detto la fata, e si era messa in cammino.
Su una piazzetta . vide delle bimbe che giocavano. Erano sedute sugli scalini di una, casa e tenevano strette tra le braccia le loro bambole.
Mangiavano la loro merenda e ogni tanto ppsavano' il pane a terra, vicino a loro, per accomodare il vestitino alla bambola.
No, no - disse la fata Igiene - non sedete per terra, non posate il pane per terra. - Tirò fuori dalla sua borsa una grande lente e la
posò sul pane, sulle vesti delle bambine. ..
Oh, mamma mia! - gridarono le bambine spaventate. Attraverso la lente avevano visto sul pane, sulle mani e sui vestiti tanti e tanti piccolissimi esseri. Gettarono lontano il pane e scossero le Ioro vestine.
No, no, così non se ne vanno - disse la fata Igiene: - correte in casa, lavatevi e cambiatevi il grembiulino. Vedete come è sporco? Acqua e sapone ci vogliono. E non sedetevi più per terra. .
La fata proseguì il suo cammino. Vide un bimbo che si toglieva la polvere dalle scarpe col fazzoletto, tre ragazzetti che disputavano un carrettino sgangherato trovato in un mucchio di immondizie, altri che giocavano con la terra... La buona fata paziente si avvicinò e a tutti mostrò, attraverso la lente, i piccoli esseri invisibili ad occhio nudo, che si muovevano a migliaia sulle loro mani, sui loro vestiti, nella terra ...
Mamma mia! gridarono i fanciulli gettando lontano il fazzoletto, il carrettino, la terra che tenevano in mano.
Non se, ne vanno, non se ne vanno!  e si strofinavano le mani e scuotevano i vestitini.
No, no ; così i microbi non se ne vanno via disse ancora la buona fata. Sono innumerevoli e minacciosi più di un'orda di belve.
Si attaccano ai cibi e con essi entrano nel nostro corpo. Sono nell'acqua, nell'aria; sulla nostra pelle, dappertutto. Una piccola graffiatura, una puntura; è per loro un comoda porta per entrare nel sangue e farci ammalare e anche morire. Hanno terribili nomi: microbi e bacilli della tubercolosi, del tifo, della scarlattina, del morbillo, della tosse convulsa... Non temete; vi insegnerò come combatterli e tenerli lontani.
Pulizia, aria pura, luce, sole: ecco le armi contro il terribile esercito dei microbi.

Leggi i Racconti per Bambini