Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

bambini che giocano
Racconto di Massimo Bontempelli 
Liberi tutti!

« Liberi tutti! » è il più bel gioco del mondo. È un gioco complicato e disteso come una rete. Ecco: v'è un centro, punto di partenza, e si chiama «la tana». Tirato a sorte il cacciatore, costui si mette con la faccia bendata contro la tana, che sarà un albero, un angolo di siepe, uno spigolo di muro; gli altri in punta di piedi vanno a nascondersi, chi qua chi là, mentre colui conta forte e con un ritmo lento che è ben fissato dalla tradizione,' fino a trentuno. Prima ch'egli abbia finito, certo gli altri son tutti a posto, non si sente più un respiro, né un rompere di sterpo. Lui grida « Trentuno! » alzando la testa strappandosi la benda dagli occhi; e si volta e guarda intorno. Alberi, siepi, prati, muri, aiuole; e non un vivente: lui può credersi rimasto solo nel mondo. Guarda lo spazio come fa l'avvoltoio, fiuta come un leopardo, ondula come un serpente, poi si slancia. Di qualcuno dei suoi lepri sa già dove s'è appiattato: 
è straordinaria l'intuizione che i ragazzi hanno di questo. Ma non basta andare a scoprire il lepre nel nascondiglio. Qui il gioco si complica. Il cacciatore nella sua ricerca ha dovuto allontanarsi; ha fatto qualche svolta, non ha più la via e forse neppure la visuale diretta verso la tana. Ora il lepre scoperto balza e fugge, e se riesce a raggiungere lui la tana il cacciatore è perduto, l'altro trionfa, e può di là proclamar libero chi vuole, anche tutti: «Liberi tutti! », Dunque snidatolo, bisogna inseguirlo e afferrarlo a tempo.
Intanto gli altri balzan fuori: chi di qua,
chi di là s'erano affondati nel suolo, incarnati negli alberi,' disciolti nel-
l'aria: ora avanti ai suoi occhi si riplasmano," lui s'è voltato, è riuscito ad afferrarne due, uno per ogni mano, che è già un'impresa grande, e sente la voce d'un terzo dalla tana: «Liberi tutti! » Grande gioco ... E' bello a giocarsi in parecchi: almeno quattro, non più di sei. Ma i bambini hanno immaginazione e possono fare a meno di tutto, anche del numero. Ho visto più d'una volta un bambino giocare a briscola da solo. Non mi meraviglierei di trovarne uno che inventasse il modo di giocar da solo a nascondersi, a rincorrersi, a «Liberi tutti! ».

Leggi i Racconti per Bambini