Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

luna6
Racconto di Gaiba - Gasperini

Ciò che vide la luna 

Quella notte la luna spinse i suoi raggi dentro la stanza di un ospedale. C'erano due lunghe file di lettini bianchi; nei lettini stavano dei bimbi.
Molti riposavano tranquilli, ma alcuni non potevano dormire e gemevano, gemevano.
«Mammina mial » chiamava piangendo un bimbo dal visino pallido e smunto. «Mammina mia! »
«Che hai?» chiese la luna.
Qualcuno disse: «Voleva attraversare la strada ... Si è messo a correre senza badare se sopraggiungevano dei veicoli ...
Un'auto
mobile lo ha travolto. Hanno dovuto amputargli una gambina ».
«Povero bimbo! » mormorò la luna. «Nessuno, dunque, gli aveva mai insegnato come si deve attraversare la strada? »
« Ho male, ho tanto male» diceva un altro bimbo ai suoi vicini di letto. Aveva la testa fasciata, un braccio ingessato.
«Quanto tempo dovrò soffrire così? Oh, se avessi dato ascolto alla mamma! Mi aveva tanto raccomandato di camminare sul
marciapiede!... Se avessi ubbidito, quella bicicletta non mi avrebbe urtato ... »,
Un altro disse: « lo sono scivolato su una buccia di banana ...
Non guardo mai dove metto i piedi... Ma, se non avessero gettato quella buccia per terra, la mia gamba non sarebbe rotta e io
non soffrirei tanto »,
« Ha ragione» pensò la luna. « C'è chi fa il male e non se ne accorge neppure. Ma fa soffrire gli altri per la propria
sbadatag
gine ».

Leggi i Racconti per Bambini