Racconti di Massimo Grillandi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Racconto di Massimo Grillandi
Dentro e fuori la scuola

La scuola elementare che io frequentavo era sistemata in un antico palazzo, adattato alla meglio.
In origine, esso era stato un convento, anzi era ancora un convento, perché un certo numero di monaci sempre vi abitava.
La nostra aula era tetra e grigia, con ampie finestre, ritagliate .nei muraglioni costruiti a suo tempo per resistere a chissà, quale assedio. Così, il sole vi arrivava di sbieco, e solo in qualche ora del giorno. Anche ai primi di giugno, quando le scuole stavano per chiudere, noi avevamo ancora un po' di freddo. Quella mattina, il tempo invitava a uscire. Ci pesava molto andarci a rinchiudere in quella stanza così poco invitante. Così, mentre attendevamo fuori del grande portone che suonasse la campanella, Marcello disse: Perché non andiamo in collina? Tanto il programma lo abbiamo già terminato.
Nessuno poté dargli torto; al massimo, il maestro Emanuele Tricarico ci avrebbe potuto fare solo dei ripassi. Sarebbero state le solite domande cui avevamo già cento volte risposto.
da: La stagione incantata

Leggi i Racconti per bambini