Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

manonellamano
Racconto di Silvio Benco 
Le mani della madre

... Pochi giorni or sono una mendicante ho veduto con un fanciullo. Di via in via, di casa in casa, camminare tutto il giorno, salire e scendere scale, si finisce col sentire la stanchezza alle ginocchia: e si riposavano entrambi sul gradino di uno dei negozi. Il sole della tarda primavera veniva infine col suo tepore a togliere la dolorosa rigidità invernale al loro sangue. La madre aveva fissi lontano gli occhi e i pensieri con un'astratta mestizia; e il fanciullo giocava accanto a lei.
Come giuocano i fanciulli dei mendicanti? Con due pezzi di legno raccolti nella
strada: la fantasia infantile ne fa carri, cani, cavalli, fantocci, soldati: e sono sempre due pezzi di legno. Tratto tratto, egli interrompeva il giuoco, prendeva la mano della madre e la baciava. Teneramente, sommessamente, con la devozione profonda di chi si sente protetto: poiché la fantasia infantile, nella sua innocenza, sa vedere anche nella mano della madre mendica quella potente di una regina.
Quando si furono riposati un poco, ripresero il loro cammino, senza dirsi parola e senza sospirare contro la dolorosa abitudine: e per via, ancora, tratto tratto,
il fanciullo stringeva fra le manine la mano della madre e la baciava. Quella povera mano, tendendosi per lui, con meccanica assidua," a tutti i passanti, non aveva saputo dargli che una vestina logora dalla stoffa che ricordava il suo passato di sacco, due stivaletti scalcagnati, spellati e rnuffiti di bianco. Ma era la mano della madre. La mano della provvidenza, del destino e dell'universo.
Dalla rivista Umana

Sacrosante sono le mani della madre che dicono al figlio tutto un poema di attenzioni e di cure, di prestazioni e di sacrifizi. E il bimbo, quando tiene la sua manina nella mano di lei, nulla teme perché in essa istintivamente sente la mano della Provvidenza che veglia su lui. Ecco perché il povero piccino di questo brano bacia con tanto trasporto la mano della mamma. Nulla di più commovente di quei baci che confermano, in uno dei tanti umili e sventurati fra i viventi, l'attaccamento e la dedizione dei figh
alle loro madri.

Leggi i Racconti Festa della Mamma

Ti possono interessare Le Poesie Festa della mamma

Ti possono interessare le Frasi sulla Festa della mamma

Commenti

Potrebbero interessarti