Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Racconto di Carlo Cassola
Ricordo d'estate

Al pomeriggio negli orti non c'era nessuno.
Anche per la strada era difficile fare incontri.
Si aveva addirittura l'impressione che il paese fosse stato abbandonato dai suoi abitanti: specie in piazza, dove le persiane erano chiuse, un cane
vagava lungo il muro e non si udiva altro rumore all'infuori del monotono sgocciolio della fontanella.
Il paese tornava ad animarsi la sera. Ma era un'animazione diversa da quella della mattina.
La mattina erano tutti in faccende, mentre la sera si godevano il fresco e si concedevano un po' di riposo.
Si camminava adagio, guardando le donne sulle porte, gli uomini che rientravano dal lavoro in bicicletta, le frotte dei soldati in libera uscita,
E tutti parevano sereni e contenti...

Commenti

Potrebbero interessarti