Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

racconti per bambini
Racconto di Roberto Piumini

Un bambino che entra nelle storie 
Nella biblioteca profumata e luminosa c'era un bambino che leggeva attentamente: quando c'era da ridere, rideva; quando c'era da stupirsi, diceva: «Oh», quando c'era da sospirare, sospirava; e quando c'era da aver paura si agitava sulla sedia, metteva una mano davanti alla bocca e faceva uscire dalla gola una specie di miagolio, finché la paura passava e la storia tornava.
Leggeva e non si accorgeva di niente.
Sentiva e vedeva la sua storia, i rumori e le immagini che stavano nella storia, e del resto non si curava.
Un signore grigio che prende appunti
Poco più in là, dall'altra parte del tavolo, un signore leggeva un libro dalla copertina grigia.
Anche il signore era grigio.
Leggeva curvo, con occhiali dalla spessa montatura, ed estraeva spesso fruscianti foglietti di carta su cui prendeva appunti, con gli occhi tutti di sbieco, come se spiasse le parole. 
Una ragazza che studia

Oltre al bambino e al signore grigio, nella sala di lettura c'era una ragazza che sedeva al tavolo verso la finestra, voltando le spalle al centro della sala e al resto dei presenti.
Spesso guardava fuori.
Guardando, ripeteva silenziosamente delle parole.
Per sentire meno i rumori della sala, o per restare di più con i propri pensieri, teneva le mani appoggiate ai lati della testa, a conchiglia, sulle orecchie.

Commenti

Potrebbero interessarti