Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 
Buon Natale 
Racconto di Zoltan P. Dienes
Natale 80 anni fa 
interruzioni
Virgilio ci ha raccontato come si festeggiava il Natale quando lui era bambino, cioè 80 anni fa.
La mattina della vigilia di Natale la sua mamma diceva a tutta la famiglia che a pranzo si doveva fare il digiuno, perché alla sera ci sarebbe stata una grande mangiata, cioè il cenone. Difatti mangiavano: gli spaghetti con le alici, la zuppetta fatta con le teste e con le code delle anguille, le anguille arrosto, i broccoli lessati all'agro, il baccalà col miele e le ciambelle con l'anice fatte in casa. Assaggiavano il vino nuovo e aprivano le botti sigillate.
Finito il cenone, giocavano a «scova sorce» (gioco con le carte nel quale la vincita dipende dal caso) fino a verso mezzanotte. Dopo andavano a piedi alla chiesa di San Sisto, a Viterbo, per assistere alla messa di mezzanotte, che veniva chiamata «il mattutino».
Al tempo di Virgilio non si facevano le letterine di Natale, perché i bambini non sapevano scrivere e i genitori non sapevano leggere.

Commenti

Potrebbero interessarti