Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Racconto di Giovannino Guareschi
La favola più bella e più vera

Natale
Traguardo sentimentale
Per noi della vecchia generazione, pure disincantati da guerre e relativi dopoguerra, nonché da altre esperienze, il traguardo sentimentale d'ogni anno rimane il Natale.
Natale è per noi la tappa annuale del lungo e duro cammino: l'albero frondoso all'ombra del quale, usciti dalla strada assolata e polverosa, ci fermiamo un istante per raccogliere le nostre idee, i nostri ricordi, e per guardarci indietro. E sono assieme a noi i nostri cari: i vivi e i morti. E nel nostro Presepino d'ogni Natale rinasce, col Bambinello, la speranza in un mondo migliore.

Una nuova favola da raccontare

Ogni volta il Natale ci porta una nuova favola da raccontare a noi stessi per consolarci del Natale che ci è sfuggito ed è caduto nell' abisso del tempo assieme a un altro degli anni che Dio ci ha concesso.
(Osservazioni di uno qualunque, «La favola di Natale».)