Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Racconto di Gianni Rodari
Un giornale in paradiso

Una volta San Pietro riunì gli angeli al suo servizio e tenne questo discorso:
Ragazzi, qui non tutto funziona alla perfezione. I nuovi arrivati, per esempio, proprio quelli che sono qui da
poco, diciamo da cento o duecento anni, hanno la beatitudine, ma manca loro qualcosa.
L'altra mattina ne ho incontrato uno tutto sospiroso e gli ho chiesto: "Che cosa c'è che non va?" e lui:"Vorrei sapere se quest'anno i limoni cresceranno bene". L'altro giorno, una signora mi ferma e mi fa: "Scusate, prima di morire avevo piantato i pomodori; pensate che siano maturati?" Voi capite che non posso passare tutto il tempo a tener sott'occhio orti e giardini sulla terra Ho pensato che sarebbe utile fare un giornale.
Fu, un coro d'approvazione e di suggerimenti. L'arcangelo!Gabriele fu nominato direttore del g!ornale e, pochi istanti dopo,  il giornale era in distribuzione. Andò a ruba.
Bravi - disse San Pietro. - Però ho sentito che a qualcuno interesserebbe sapere come stanno i nipotini.
Il giorno dopo il giornale, che era stato intitolato "Cielo e terra", era pieno di notizie sui bambini.
San Pietro si aggirò fra i beati per registrare i loro commenti.
C'era chi si mostrava soddIsfatto ma anche chi buttava il giornale perché non parlava di scontri sull'autostrada, di terremoti... San Pietro ebbe un'idea.
Portatemi un giornalista terrestre.
In un batter d'occhio, il giornalista fu alla presenza di San Pietro.
Sentite un po': le notizie belle annoiano i beati, quelle brutte li scontentano. . Come vi regolereste?
Il giornalista disse: - Secondo me non ci sono notizie belle e brutte, ma solamente notizie vere e false. BIsogna sempre raccontare la verità, tutta la verità!
Ancora oggi non si sa che cosa abbia risposto San Pietro al giornalista e come sia finito il giornale del Paradiso.