06272017Mar
Last updateGio, 22 Giu 2017 4pm

Racconti di Carnevale

Dettati sul mese di Febbraio


Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

benvenuto febbraio
Dettati sul mese di Febbraio

Febbraio
È un mese allegro, pieno di mascherine,di coriandoli e di frittelle. L'inverno si fa ancora sentire, ma se guardate fra l'erba del prato, troverete qualche bocciolino; se guardate sui rami ancora spogli,vedrete qualche gemma già pronta a schiudersi.


Febbraio
La campagna è ancora spoglia, pure, se guardate' bene, troverete, sui rami, qualche gemma che aspetta il primo raggio di sole per
schiudersi. E il pesco e il mandorlo, fra poco, avranno la .loro veste primaverile.

Primi tepori
II ghiaccio intorno alla fontana si è sciolto. II ruscello ha ripreso a mormorare e a scorrere garrulo fra le sponde che vanno
rivesten
dosi di erba novella. Gli uccellini cinguettano fra i rami. È febbraio: la primavera è alle porte.

La violetta
Fra l'erba del prato, la violetta si affacciò e chiese: « È l'ora? »
Febbraio rispose: « Non aver fretta; la primavera è ancora lontana.


Febbraio
Lo vedete com'è buffo - col vestito d'Arlecchino _ lo vedete il birichino - come ride sotto il ciuffo?
(Diego Valeri).

Le maschere
Benvenute, mascherine! Quando arrivate voi, arrivano la gaiezza, l'allegria, il buonumore. Ecco Pulcinella con la sua mascherina nera e il suo lungo naso, ecco Arlecchino col vestito di tutti i colori, ecco Rosaura e Colombina, graziose e smorfiose. Carnevale
È arrivato l'allegro Carnevale che porta le mascherine gioconde, coriandoli e le frittelle. Benvenuto, Carnevale! Quando tu vieni,
tutti sono contenti.

Febbraio
Molta gente borbotta contro questo mese. Eppure è proprio febbraio che porta qualche ora di più alla luce del giorno, qualche fiore,
qualche gemma. E, allora, un po' di pazienza per i suoi bronci, seguiti, quasi sempre, dal sorriso.

Prime gemme
La terra è ancora brulla, gli alberi nudi e stecchiti. Ma un lieve spolverio verde c'è sulle siepi di spino. Un giorno il sole scherzerà più
a lungo sui rami e la mattina dopo sarà tutto uno schiudersi di gemme.

Addio febbraio!
Febbraio sta per finire. Fata Primavera, fra poco, farà capolino.
Dai nuovi germogli, dai boccioli del mandorlo e del pesco, tutta la natura dirà: « Bene arrivata, Primavera! »,

Il mese di Febbraio
Questo è il mese più corto. Ha 28 giorni e, una volta ogni quattro
anni, ventinove.
Il due febbraio è la « Candelora » (V. Religione) e la chiesa distribuisce ai fedeli una candelina benedetta, simbolo della fede.
I proverbi relativi a questa festa sono soprattutto d'indole meteorologica. « Candelora, dell'inverno siamo fora », « Se piove, fiocca o
tira vento per quaranta giorni siamo dentro », ecc.


I proverbi del mesi «Febbraietto, corto e maledetto »,
Cerchiamo la spiegazione di questo modo di dire. Febbraio è ancora rigido, freddo, sembra di stare ancora nell'inverno. Pure, c'è già qualche avviso di primavera.

Il cielo è ancora piovoso, grigio, pesante; pure, in qualche momento si schiarisce e mostra un lembo di turchino. Quando il
sole riesce a far capolino, i suoi raggi sono tiepidi. E a quel tepore; ecco qualche gemma che timidamente si schiude, qualche fiore più ardito che osa sbocciare. Spesso si tratta di imprudenze. Infatti, ecco che arriva un vento gelido, e la povera gemma, non più difesa dal suo guscio coriaceo, il fiore troppo fiducioso, muoiono sotto la stretta del gelo nuovamente sopraggiunto.
Naturalmente, tutto questo sarà relativo all'ambiente. Vi sono località dove, a febbraio, la primavera è già evidente, altri in cui
l'inverno regna ancora incontrastato.
Le prime piante che fioriscono: mandorli, peschi, biancospino, pruni selvatici e, nei prati, la timida, profumatissima violetta.
Ed ecco le primule, e subito dopo, o forse anche prima, le
margheritine dei prati, le pratoline. 
I rami dei cespugli, di alcuni alberi: le gemme sono ancora chiuse nelle loro difese, ma si sa .già che sono pronte a schiudersi al primo tepore. Gli uccellini cominciano a cinguettare, gli insetti si risvegliano. Ma ecco che un freddo improvviso fa ripiombare tutto questo nel silenzio, nell'immobilità. Un vento impetuoso sfoglia i primi coraggiosi fiori, il gelo ferma di nuovo il sussurrio 
dell'acqua. Ma questo ritorno dell'inverno sarà di breve durata. 

Il Carnevale - Quasi per consolarci di questo scorcio invernale, il mese di Febbraio ci porta il Carnevale con le sue feste, le sue 
maschere, i suoi coriandoli e le sue frittelle.
Ecco le maschere più note. Arlecchino sempre affamato, Pulcinella con la sua maschera nera e il lungo naso, Balanzone armato di pillole e di purganti, Colombina, graziosa e smorfiosa, Rosaura svenevole, ecc. Cercheremo una scenetta, sia pure breve, da far recitare ai bambini. Ai bambini piace fare il teatro e nessuna occasione, meglio di questa, ci si presenterà per preparare una festicciola, senza pretese, naturalmente,durante la quale reciteremo le poesie imparate, i dialoghi,
semplici e facili, da recitare. 
Un proverbio da non approvare: « A Carnevale, ogni scherzo vale », Non è vero. Anche negli scherzi ci vuole moderazione e
soprat
tutto, educazione. Vi sono degli scherzi che possono nuocere, offendere, mortificare.


Arricchimento del linguaggio 
febbraio - febbraietto, febbraiaccio. 
Carnevale - carnevalino, carnevalone, carnevaletto. Carnevalata, carnevalesco. 
Maschere, coriandoli, stelle filanti, pagliacci. Arlecchino, Colombina, 
Brighella, Balanzone, Rosaura, Stenterei lo, Meneghino, Pantalone, ecc. 
Febbraietto, corto e maledetto. A Candelora, dell'inverno siamo fora. 
Se c'è sole o solicello, dell'inverno siamo dentro. A Carnevale, ogni scherzo vale. 
Esercizi e ricerche
Il cielo di febbraio. Il prato a febbraio. L'albero a febbraio. Primi fiori. Prime gem
me. Primi avvisi di primavera. Giornate di febbraio. Primi disgeli. Il Carnevale locale. Le maschere. La maschera locale. Usi del luogo in tempo di carnevale. Dolci del luogo in occasione del carnevale. Descrizione di un vestito a maschera. Come mi vorrei mascherare. La ricetta di un dolce tradizionale. Un pranzo di giovedì grasso. 


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info