Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il nonno dì Francesco ogni mese va in campagna.

Perché? Perché nel suo paese prova la soddisfazione di vivere: si sente una persona, ritrova i suoi vecchi amici, discute, sa perfino scherzare. In città si trova in difficoltà, non ha amici, non può parlare il suo dialetto; in città è un bambino, alla completa dipendenza della famiglia di suo figlio.
Gli hanno fatto capire chiaramente che è un ingrato.
Ma come! L 'hanno portato in una bella casa, pulita, con i doppi servizi, una camerina tutta per lui; non ha da far nulla o quasi: prendere la posta, portare via i sacchetti dell'immondizia, rispondere al telefono quando non c'è nessuno.
Gli altri non capiscono che per lui tutte queste comodità sono inutili, non se ne serve. Che cosa cerca?
Vorrebbe essere utile, accettato volentieri, non tollerato. Ma si sente inutile.
È felice solo quando può stare col nipotino. Nelle ore in cui è con Francesco gli pare di rivivere: quando racconta al nipote gli episodi della sua giovinezza si accende e si emoziona.
Francesco è' generoso col nonno, ascolta anche tre o quattro volte lo stesso racconto, fingendo sempre la stessa meraviglia, Il nonno è felice.
Se lasciassero stare Francesco di più in sua compagnia, il nonno andrebbe meno al suo paese.

Commenti

Potrebbero interessarti