Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

raffiche di vento
Racconto di F. Seminara
Scirocco


Durante l'autunno è stato frequente il vento di scirocco; se continuerà, avremo un inverno mite.
Di solito si annunzia la mattina con un raddolci
mento del tempo; si forma quasi un vuoto d'aria, e le vette degli alberi si dondolano come vele afflosciate ai soffi contrastanti di venti incerti. Il sole, sbucando dalle nuvole che coprono il cielo di uno strato inerte, è caldo.
Nel pomeriggio qualche raffica di vento prevale e pare che venga da oriente; ma verso sera le raffiche si susseguono a brevi intervalli, imprimendo al vento una spinta vigorosa e una direzione sicura.
Non c'è pii! dubbio, è lo scirocco.
Durante la notte il vento rinforza con lunghe pause, in cui pare che echeggi il suo lamento; e cominciano le sofferenze di coloro che hanno i
nervi sensibili. Il giorno. seguente soffia violento e infosca l'ana e per tre giorni continua a urlare e a o strepitare, scuote gli alberi come se volesse svellerli, solleva polveroni nelle strade, fischia nei tetti e nelle fessure delle imposte e dei muri.
Quando si calma, quasi stanco di tanto furore, dal cielo cadono torrenti di pioggia.

Commenti

Potrebbero interessarti