Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Racconto d'amicizia 
di Paula Danziger

Ho perso un amico 

Nella scatola delle cose da portar via vanno a finire la sua collezione di biglietti usati delle partite di baseball, tre nastrini blu di primo classificato nella corsa a tre gambe (si corre a coppie, con la gamba destra di uno legata alla sinistra dell'altro; io e Mattia non abbiamo mai avuto rivali nella nostra scuola), i suoi modelli di aeroplanini.. e tutti i nostri album scolastici.
Questa la butto via. Se la vede mia madre le prende un colpo.
Mattia ha in mano la grande palla di chewingum che abbiamo costruito appiccicando insieme, per un anno e mezzotutte le nostre gomme masticate. .
-Ma è la nostra palla. L'abbiamo fatta insieme.
Mi tornano in mente tutte le volte che ero sul punto di buttar via la mia cicca
masticata, e all'ultimo momento invece di buttarla l'avvolgevo in un fazzoettino di carta. un po' inumidito, in modo che non si seccasse, e la tenevo
da  parte per  appiccicarla alla palla.
Mattla sospIra e si stnnge nelle spalle.
Mia mamma ha già un diavolo per capello, oggi...
Ma è la nostra palla ripeto
È solo una palla di chewinggum. - Mattia sembra seccato.
Ambra. Si può sapere perché stai facendo tutte queste storie per una semplice palla di cicche vecchie?
Adesso basta.
Questa volta ha davvero esagerato: «una semplice palla di cicche vecchìe» l'ha
chiamata.
Buttala, e non ti parlerò mai più.
Lo fisso negli occhi.
Mattìa mi fissa negli occhi.
Poi raccoglie la palla, si piega leggermente sulle ginocchia come un giocatore di
basket, e la manda con un pallonetto a infilarsi nello scatolone delle cose da buttare. Tutto senza dire una parola.
Non parlerò mai più a Mattia Mori.

Ho perso un amico
Nella scatola delle cose da portar via vanno a fini-
re la sua collezione di biglietti usati delle partite
di'. baseball, tre nastrini blu di primo classificato
nella corsa a tre gambe (si corre a coppie, con la
gamba destra di uno legata alla sinistra dell'al-
tro; io e Mattia non abbiamo mai avuto rivali
nella nostra scuola), i suoi modelli di aeropla-'
nini.. e tutti i nostri album scolastici.
-Questa la butto via. Se .la vede mia madre .le
prende un colpo.
M.à.ttia ha in mano la grande palla di chewing-
g.um che abbiamo costruito appiccicando in- /
SIeme, per un anno e mezzo" tutte le nostre t:::::
gomme masticate. .
-Ma è la nostra palla. L'abbiamo fatta
InSIeme.
F i ,tornano in mente tutte le volte che
L ero sul punto di buttar via la mia cicca
; masticata, e all'ultimo momento inve-
L1 ce di buttarla l'avvolgevo in un fazzo-
fJ lettino di carta. un po' inumidito, in
modo che non SI seccasse, e la tenevo
~ dk p~rte per .appicci~arla .alla palla.
K Mattla SospIra e SI stnnge nelle
spalle.
-Mia mamma ha già un diavolo per
capello, oggi... ..
JMa è la nostra palla ripeto
È solo una palla ~i ~hewing-
gum. -Mattia sembra seccato.-
Ambra. Si può sapere perché
stai facendo tutte queste storie
per una ~emplice palla di cic-
che vecchie?
Adesso basta.
Questa volta ha dav-
vero esagerato: «una
semplice palla di
cicche vecchìe» l'ha
chiamata.
-Buttala, e non ti
parlerò mai più.
Lo fisso negli occhi.

Commenti

Potrebbero interessarti