Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Antonio Fatiga
Solitudine

Con l’occhi volti tra lo scuro e l’alba,
camminavo e mi fermavo…
tutto cresceva, ed era niente.
Il silenzio si annullava, quando…
Dalla volta del cielo piatto…
Il cerchio del sole spandea,
milioni e milioni di raggi...
Tutto era niente!
sfrecciavano senza fermarsi,
le nuvole impaurite…
i rumori, la musica, il vento…
di fronte ai miei occhi l’ erba piatta…
gli alberi, le vette, le onde calme del mattino;
tutto era niente!