Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Maurizio Nardi in romanesco
Er cactus e la rosa


Sta strana coppia sta giù ner cortile,
messa vicino senza fallo apposta,
una sembra schifasse in bello stile,
coi spini sur velluto, nun s'accosta.

Er cactus foje tonde tutte spine,
sembra che se trattenga su se stesso,
la rosa co' li petali, più fine,
tentenna avanti e indietro senza amplesso.
Ma c'è un motivo pe' ste due vicine,
er vento e er sole l'hanno li bloccate,
pur non essendo de famija affine,
l'una vicino all'artro impriggionate.

Quanno la rosa ar cactus s'avvicina,
sfiorannolo coi petali velluto,
pare che dice co' la sua vocina:
sta attento amò che tu ce l'hai puntuto.