Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Dafne Le Mura
A braccia bianche...

Ti servisti dei cocci del tempo
per iscriverti e modellarti
sulle linee delle tue anfore forme.
Hai intrecciato le tue virtù sulle tele più sottili
per poi disfarle al tuo telaio introspettivo
riaffidandole
all'adorazione della creta e degli scalpelli
all'arte dell'essere un'arte
sui tuoi piedi di Grazia
impastati di petali e organza.
Mediterraneo
per chi ti osserva dall'inverso del tuo universo
come bacino di bellezza
dal riflesso degli occhi della luccicanza.
Sappi, oh portatrice dello scrigno
che della raccolta tu sei la coordinata
sul verso di percorrenza.
Nutri, fertile di ricezione
sostanza di valori
dal bagliore del riferimento
senza il quale nessun deserto
sarebbe percorso senza
incorrere nel miraggio della fine
attingendo dalla bisaccia che
al tuo braccetto
nel dissetarsi spetta riempire
mentre tu ti affidi alla sua stretta
affinché la tua limpidezza
non si confonda
sullo specchio dell'aridità.

Potrebbero interessarti