Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

bambini a scuola
Poesia di Vladimir Solouchin

La bambina offesa


Non sempre, nell'ambito della comunità scolastica, il garbo, la gentilezza, il senso dell'amicizia e del rispetto verso gli altri hanno il sopravvento.
In questa poesia, che è pur adorna di immagini molto belle e delicate (< il lindo grembiule » della scolaretta che < luccicava come una fresca e grande margherita / in mezzo al giallo della primavera»,. «le allodole (che) cantavano»,. « la terra (che) spirava il tepore dell'alba »), predominano, in netto contrasto, la violenza fisica fine a se stessa, la prepotenza che opprime una creatura indifesa, là grazia offesa, la gentilezza oltraggiata, la debolezza vilipesa.
Questo è il male del mondo. Nel gruppo di ragazzi che si scatenano contro la graziosa e delicata bambina (un fiore, una margherita, l'armonia fatta persona) c'è già !
.il seme della brutalità insensata che tanta rovina ha apportato al genere umano.
Ed essa spesso, purtroppo, si apprende già sui banchi di scuola.


Osservavo da un'alta collina.
Per il prato sommerso nel sole di maggio
andavano a scuola i ragazzi. Quattro monelli
e accanto a loro una sola bambina.
Il suo lindo grembiule luccicava
(come una fresca e grande margherita)
in mezzo al giallo della primavera!

E a un tratto offesero la margherita,
le schizzarono addosso l'acqua d'una pozzanghera,
 le imbrattarono di sudicie macchie il grembiule
e la costrinsero a piangere.

Restò indietro, si volse e pian piano
si trascinò verso casa.

Splendeva il sole. Le allodole cantavano.
 La terra spirava  il tepore dell'alba.
.Ma la bambina andava, senza scorgere il sole,
senza udire il canto delle allodole in cielo,
senza sentire sulla pelle il tepore della terra,
né il bene della terra sotto i piedi.
Come un nero diaframma  l'offesa malvagia
le aveva d'un tratto nascosta ogni cosa,
e soltanto una nera amarezza fremeva
nel minuscolo cuoricino buono.

 

Commenti

Potrebbero interessarti