La catena di montaggio (tic) - Giorgio Gaber (Video del 1969)

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

La catena di montaggio (tic)  
 Giorgio Gaber  

Lavoravo in quel di Baggio
in catena di montaggio
E giravo una ramella
sempre una, sempre quella.
Ed un giorno fu così
che mi venne fuori un tic

Lavoravo in quel di Baggio
ad un nastro di montaggio
La mia testa si girava
e il motore accompagnava
Per seguirlo fu così
che mi venne un altro tic

Non si sta poi tanto male
con un tic orizzontale
Ma per colpa di un rialzo
lo seguivo in un sobbalzo
Per quel nastro fu perciò
che il mio tic si complicò

Mi han cambiato di reparto
m’è venuto un mezzo infarto
C’era un nastro sempre in piano
ma arrivava contromano
Mi trovai un pò peggiorato
col mio tic modificato

Per potere stare a galla
mi toccò muover la spalla
ed in più, come si vede,
m’è venuto un tic a un piede
per frenare quel pedale…
Ero proprio messo male!

Lavoravo in quel di Baggio
e mi han licenziato a maggio
m’ha chiamato il Direttore
e mi fa: «Caro signore
Con quel tic non rende niente!…
Eh! Non vede?
Sembra quasi un deficiente»

La catena di montaggio (tic) di Giorgio Gaber 

Commenti

Potrebbero interessarti