Login

Pin It

Poesia di Claudio Achillini 
Donna scapigliata e bionda

Tra i vivi scogli de le due mammelle
la mia bella Giunon veggio destare
dal suo crinito ciel piogge e procelle,
prodighe d'oro e di salute avare.

Se mostra gli occhi o quelle poma belle,
più ricco s'apre e più fecondo appare,
mercè di due rubini e di due stelle,
quel ciel di stelle e di rubin quel mare

Ma sia di scogli e di tempeste or pieno:
ch'io, dai venti d'amor sospinto e scorto,
vo' navigar col core un sì bel seno,

Nè tem'io già di rimanerne absorto,
poichè la sua tempesta è 'lmio sereno,
poichè gli scogli suoi sono il mio porto

Pin It

Commenti