Login

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 
Poesia di Lucian Blaga 
Nel campo
Dal troppo oro scoppiano le spighe;
gocce di papavero qua e là
e nel campo
una ragazza
con ciglia lunghe come spighe d'orzo,
che negli occhi raccoglie i chiari
covoni del cielo
e canta.
lo mi riposo all'ombra dei papaveri,
senza desideri, senza rimpianti,
corpo soltanto
e argilla.
Canta la ragazza ed io l'ascolto.
Sulle sue labbra calde mi nasce l'anima.
Ritratto di una fanciulla in un campo di grano: così anche potrebbe intitolarsi questa breve poesia, in cui sullo sfondo di una natura vivamente colorata dal rosso dei papaveri e dal giallo delle spighe, una fanciulla dagli occhi color del cielo canta al poeta una dolce canzone.

Commenti

Potrebbero interessarti